In questi giorni di “sosta”, i nostri Educatori senza Frontiere ci racconteranno il loro viaggio, il loro attraversamento di questo tempo, per non smettere di viaggiare mai, per non chiudersi mai dentro le frontiere.

Scritto da Claudia Concas

Prendo il testimone da Sara! Tengo, metaforicamente,  in mano la piccola fiaccola olimpica, quella che il tempo è riuscita a fermare. Una fiamma, essenza di calore e luce, che continuiamo a mantenere accesa, in un tempo sospeso, in un tempo che è altro, fatto di silenzi, paure , attesa.

Ed è in questo tempo che mi ri-scopro, che mi ri-creo, cercando di accarezzare i miei limiti, per renderli memo spigolosi e pungenti. Limiti e confini che diventano, in questo tempo, capaci di donare certezza, sicurezza e protezione. Limiti e confini che trasformano il tempo in altre dimensioni.

Tempo per se stessi

Tempo per ri-crearsi

Tempo della riflessione e di un diverso agire

Tempo per stare soli, ma non sentirsi mai soli

Tempo in cui ogni giorno sembra essere domenica

Tempo per legami che seppur invisibili raggiungono alte intensità

Tempo  prezioso, per noi e per gli altri

Tempo per custodire ogni singolo istante che stiamo vivendo

Tempo….

http://www.youtube.com/watch?v=IBmq7ec1Abs

Ivano Fossati – C’è tempo