Cari amici e sostenitori,

nel ringraziarvi per averci accordato la vostra fiducia anche quest’anno, desideriamo mettervi a conoscenza dei brillanti risultati raggiunti, grazie anche al vostro prezioso supporto, nell’arco del 2019.

Iniziamo dall’Area Educativa

Nel 2019 sono stati accolti, in Comunità, 10 nuovi ragazzi, provenienti da varie parti del Madagascar. Molti di loro, però, arrivano a noi attraverso la stretta collaborazione costruita, negli anni, tra Ambalakilonga e le Istituzioni preposte al monitoraggio dei minori che provengono da gravi situazioni di povertà, marginalità sociale e degrado.
La città di Fianarantsoa e le campagne intorno, purtroppo, non offrono grandi possibilità ai giovani ed alle loro famiglie; se ci si guarda intorno, passando per le strade periferiche ma anche del centro, non è difficile vedere cumuli di teli di plastica verde che, in realtà sono ripari per le famiglie che vivono in strada, insieme ai figli. Lì dentro radunano le loro povere cose, sperando di poter sopravvivere, giorno dopo giorno, rovistando nella spazzatura ammassata ai lati delle strade o mandando i più piccoli a chiedere l’elemosina.

Ambalakilonga offre una possibilità di crescita personale attraverso lo studio oppure la formazione professionale e , di lì, il reinserimento lavorativo.

Quest’anno sono 10 i ragazzi che frequentano l’università.

La nascita di HUMAN ha permesso anche ad uni dei nostri ragazzi di intraprendere il percorso formativo che lo porterà ad essere un Educatore.

Tutti i ragazzi hanno iniziato la scuola, 14 dei quali hanno scelto corsi professionalizzanti. Tra loro c’è chi, appassionato di Agricoltura, sta seguendo un corso extrascolastico per Apicoltori ed ha già potuto sperimentarsi nella raccolta del miele prodotto dalle arnie presenti ad Ambalakilonga.

Dopo aver conseguito il diploma, nel mese di settembre alti 5 ragazzi “esterni” entreranno nel mondo universitario nelle diverse facoltà della città.

Area formativa

Human, la scuola di formazione professionale per Educatori , ha concluso il suo primo ciclo formativo e , il 21 Novembre, hanno avuto inizio i primi esami per i primi 12 aspiranti Educatori. Degno di nota il fatto che, durante gli Esami Orali, gli esaminatori si siano complimentati per la serietà, la preparazione ma, soprattutto, la passione con cui gli allievi hanno affrontato non solo le prove ma l’intero percorso formativo. Rivolgendosi al Corpo Docenti di Human, presente in Commissione, è stato detto che, questi ragazzi hanno “una marcia in più”. Fondamentale, di sicuro, è il metodo di studio innovativo, per il Madagascar, utilizzato dalla Scuola e la presenza, quasi costante, degli Educatori Senza Frontiere che, negli anni, hanno proposto atelier di approfondimento e preparazione portando Sport, Musica, Arte, Danza, Intercultura ed Animazione nella pratica Educativa dei nostri studenti.
Alla fine di novembre, terminato il secondo mese di tirocinio, anche i 20 allievi del primo anno, saranno alle prese con gli esami di passaggio al secondo anno di formazione.

La Scuola materna ha aperto il suo anno scolastico il 14 Ottobre, con un buon numero di iscritti; quest’anno, infatti, sono 109 i bambini che, ogni mattina, dai villaggi circostanti, raggiungono Ambalakilonga. L’obiettivo delle Insegnanti è quello di donare, ad ogni singolo bambino, le conoscenze e la preparazione necessarie per affrontare la Scuola Primaria e, così, sopravvivere alla vita quotidiana che, nonostante la tenera età, nulla risparmia neppure a loro.

I bambini sono divisi in 3 classi :
1.La classe dei Piccoli (3 anni) , seguiti dalla Maestra Narindra e che conta la presenza di 33 bambini;
2.La classe dei Mezzani ( 4 anni), seguiti dalla Maestra Noeline e che conta la presenza di 35 bambini;
3.La classe dei Grandi (5 anni) , seguiti dalla Maestra Mialy e che conta la presenza di 41 bambini;

Alle Insegnanti si affiancano le Volontarie in Servizio Civile che propongono, ad ogni singolo allievo, laboratori per sviluppare la manualità fine e grossolana dei bimbi, psicomotori e, da quest’anno, sulla base delle competenze delle Volontarie, anche di Yoga.
Nei mesi di Agosto, Settembre e Dicembre, prima della pausa per le Vacanze di Natale, I Volontari di Educatori Senza Frontiere propongono momenti ricreativi e di gioco al fine di sviluppare la capacità dei piccoli a lavorare in gruppo ed a collaborare tra loro in armonia.

Area Sanitaria

Il CDS Ambalakilonga è un Centro che si prende cura delle salute dei Ragazzi della Comunità, dei loro Educatori e di chi, attraverso il lavoro giornaliero in cucina, nell’orto, nel giardino e con le piccole manutenzioni si prende cura di loro. A questa realtà si aggiungono, i bambini della maternelle, le loro famiglie, i loro insegnanti e le persone provenienti dai villaggi vicini e in situazione di estrema povertà ed indigenza.
Come spiegato nelle righe precedenti, molte e sempre di più, sono le persone che vivono per le strade di Fianarantsoa e che, per alleviare i morsi della fame, cercano il loro cibo nella spazzatura ai lati delle strade. Molti di loro riconoscono nel CDS Ambalakilonga un punto di riferimento ed un luogo in cui incontrare chi, con disponibilità e competenza si prenderà cura di loro.

Di certo significativa, quest’anno, è stata la storia di Rawaka, una ragazza di soli 18 anni, con un bimbo di pochi mesi che, rovistando nella spazzatura si è bruciata un braccio, procurandosi una ferita profonda. In Madagascar, come in molte parti dell’Africa, la spazzatura si smaltisce bruciandola e capita che, in superficie, il fuoco possa sembrare spento ma, in realtà, sotto la catasta d’immondizia è ancora vivo. Dopo poco tempo la ferita si è infettata e la famiglia, conoscendo la realtà del Dispensario di Ambalakilonga, si è rivolta al suo personale per un aiuto e le cure necessarie. Purtroppo, però, la cancrena era ormai in uno stato avanzato e, per salvare la vita di Ravaka, si è resa necessaria l’amputazione dell’arto; fondamentale per lei, però, sono state le analisi e le cure tempestive degli Infermieri del CDS che l’hanno seguita sia nelle analisi prima dell’intervento sia nelle medicazioni e nella somministrazione dei medicinali post operatori, per evitare eventuali setticemie.

Come lei, nel corso dell’anno, si sono rivolti al Dispensario 675 persone per malattie che vanno dalle infezioni respiratorie, a quelle intestinali, dall’otite alle malattie respiratorie, dalla cura delle donne incinta, comprensive di consultazione prenatale, durante la gestazione, all’ipertensione arteriosa, fino ad arrivare alle problematiche legate alla malnutrizione.

Importantissima, anche quest’anno è stata la campagna di sensibilizzazione alle Vaccinazioni, voluta dal Ministero della salute. Il numero di bambini vaccinati durante l’anno è stato di 265.

Come potete vedere, cari Amici e Sostenitori, anche quest’anno sono stati raggiunti numeri e risultati importantissimi e ciò è stato possibile anche e soprattutto grazie alla vostra sensibilità ed al vostro contributo. Vi chiediamo, quindi, di starci vicini anche per l’anno a venire così da poter essere ancora più presenti nella vita dei giovani, delle famiglie e delle piccole realtà del Madagascar.

Ringraziandovi di cuore per quanto avete contribuito a fare e per quanto farete, vi mandiamo i nostri più cari auguri per un Sereno Natale e un buon 2020.