Carissimi sostenitori e amici,
sono qui ancora una volta a ringraziarvi per il vostro puntuale sostegno a favore dei ragazzi di Ambalakilonga.
Non si tratta solo di garantire vitto e alloggio, ma di credere in una vera e reale possibilità di riscatto attraverso l’avvio di processi educativi che portano alla costruzione della propria identità e alla conoscenza di sé e di ciò che si vuole diventare. Il tutto passa certamente attraverso l’istruzione, passaggio fondamentale per l’acquisizione di competenze, di capacità di analisi, di progettazioni a lungo termine, il tutto utile e finalizzato a cambiare le sorti della propria storia e perché no del proprio paese.
Assistere e garantire cibo e alloggio è già una gran cosa in un tempo in cui ciò viene a mancare perché i ricchi sono sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri. accanto a questo è necessario rendere protagonisti del loro futuro questi ragazzi che un domani potranno essere medici, infermieri, educatori, avvocati, economisti agrari, come già molti di loro stanno facendo frequentando l’università.
Perciò a voi e a chi riuscirete a coinvolgere va il mio GRAZIE grande come il mondo e se potessi , ancora di più. Un grazie che viene da quella vita che ho speso a favore degli ultimi, e che in tutti questi 90 sto spendendo a favore degli ultimi fra gli ultimi.
Sono tutti miei ragazzi anche coloro che abitano lontano, molto lontano, ma come se fossero qui vicino a me.
Quindi vorrei che vi uniste a me in questo sentimento e che mi aiutaste sempre più a sostenere questo processo che reputo non solo necessario ma addirittura indispensabile.

Buon Natale a tutti voi
don Antonio Mazzi