viaggio

21 Mar

Angola / Una seconda possibilità

di Francesca Cervo È la seconda volta che mi trovo in questo luogo a confine fra ciò che è reale e ciò che troviamo nei sogni. Per la seconda volta mi ritrovo a far i conti con ciò che i miei occhi fanno fatica a vedere e il mio cuore ad accettare. Mi ritrovo ad avere la testa pesante che si fa carico di tante storie. Mi ritrovo qui per la seconda volta ma è come se fosse la prima. Per una nuova me e per la scoperta...

08 Mar

Angola / Gli aquiloni pensano che la Terra si attaccata ad un filo

di Martina Babolin Quando dici alla tua famiglia che hai deciso di partire per l’Angola per un anno ti senti dire tante cose: “farà caldo…portati via la crema…mangia adesso che puoi”. La preferita di tutti è però “stai attenta, perché l’Africa è così, l’Africa è colà”. Improvvisamente tutti sanno tutto, ma io sentivo di non sapere proprio nulla in merito a cosa e a chi avrei trovato. Una volta arrivata, questa sensazione è solo che cresciuta. Davanti a vestiti più colorati,...

26 Feb

Special / Tutti Presenti!

di Elisa Guidotti e Chiara Petese LETT. Ci sei anche tu? Sei presente, ragazzo che profumi di oriente? LETT. Sei qui con noi, a immaginare il colore rosso, a raccontare la paura, a ricordare l’umanità tradita. Fa paura la paura. Raccontarla, sembra davvero un’impresa spaventosa.La paura che rapisce, immobilizza, rende inermi di fronte a qualcosa che si può solo immaginare.La paura che libera, quando racconta.Quando racconta i sentimenti, le emozioni, la vita.Quando non vuole spaventare, ma scuotere, per crescere, cambiare, incontrare.Fa paura, raccontare la paura. Beati...

31 Gen

Isola d’Elba / Di misteri e tenerezze

di Silvia Grugnaletti “La tenerezza trova misteri dove gli altri vedono problemi“. Ho appuntato questa frase su un foglio a quadretti e riposto con cura nel mio diario. L’ho letta in Angola, sul desktop della mia compagna di viaggio, e me ne sono subito innamorata chiedendomi cosa significasse per me. La tenerezza, che grande mistero per l’uomo moderno, lottatore quotidiano sempre pronto a difendersi o ad attaccare qualcosa o qualcuno. E la tenerezza che cos’è per gli Educatori? Anche noi cadiamo nella tentazione di vedere i problemi nei...

23 Gen

Isola d’Elba / Orme erranti

di Silvia Morici “Viandante, sono le tue orme il sentiero e niente più; Viandante, non esiste il cammino, il cammino si fa camminando. Camminando si fa il cammino e girando indietro lo sguardo si vede il sentiero che mai più si tornerà a calpestare. Viandante non esiste il cammino, ma solamente scie nel mare” Antonio Machado Un viaggio impari ad assaporarlo partendo da quello che ti sei riportata a casa, da ciò che hai voluto lasciare e da ciò che ha deciso...

14 Gen

Madagascar / A te cosa piace?

di Valentina Rainone Il sole dorme. Del riso scelto la mattina, vengono scartati alcuni sassolini, insieme. 4.30, a lume di candela, anche oggi manca la corrente. Pazienza. Vengono riempiti alcuni secchi d’acqua. Il silenzio si fa spazio tra le ombre dei nostri corpi e lo scoppiettio della legna illumina come flash di una macchina fotografica i nostri volti. A poco a poco, con pigrizia, il sole si fa spazio fra le colline e le nuvole. Inizia un nuovo giorno. Il rispettoso silenzio durante i pasti, sorrisi complici tra i tavoli,...

13 Dic

Madagascar / Giochiamo insieme?

di Giulia Gili Giochiamo insieme? Sta diventando la mia frase preferita: non so dire di no a quegli sguardi innocenti e pieni di colore. Mi riempie e mi svuota passare il tempo con i ragazzi, è come un’immersione ad occhi chiusi, sai che sarà speciale ma non sai cosa ti aspetta, ti regala sensazioni nuove ogni volta. Ambalakilonga per me significa braccia accoglienti, un’oasi rinfrescante nel mezzo di quel deserto di amore che è la società di oggi, delle mura che ti...

05 Dic

Madagascar / Passi in un anno

di Francesca Cervo È passato un anno ed esattamente un anno fa ero pronta ad una partenza. Mi ricordo di aver legato ben strette le scarpe prima di uscire di casa. Avevo scarponcini da trekking, quelli che mi hanno sempre accompagnata in ogni dove ed hanno sempre qualche residuo di terra rossa che li rende speciali. Mi fa sorridere pensare a quelle scarpe così strette, come se avessi paura di perderle, come se avessi paura di cadere… Ricordo di aver controllato i nodi, la...

X