elba

31 Gen

Isola d’Elba / Di misteri e tenerezze

di Silvia Grugnaletti “La tenerezza trova misteri dove gli altri vedono problemi“. Ho appuntato questa frase su un foglio a quadretti e riposto con cura nel mio diario. L’ho letta in Angola, sul desktop della mia compagna di viaggio, e me ne sono subito innamorata chiedendomi cosa significasse per me. La tenerezza, che grande mistero per l’uomo moderno, lottatore quotidiano sempre pronto a difendersi o ad attaccare qualcosa o qualcuno. E la tenerezza che cos’è per gli Educatori? Anche noi cadiamo nella tentazione di vedere i problemi nei...

23 Gen

Isola d’Elba / Orme erranti

di Silvia Morici “Viandante, sono le tue orme il sentiero e niente più; Viandante, non esiste il cammino, il cammino si fa camminando. Camminando si fa il cammino e girando indietro lo sguardo si vede il sentiero che mai più si tornerà a calpestare. Viandante non esiste il cammino, ma solamente scie nel mare” Antonio Machado Un viaggio impari ad assaporarlo partendo da quello che ti sei riportata a casa, da ciò che hai voluto lasciare e da ciò che ha deciso...

24 Set

Diario dell’Elba 3 / Le parole che pesano

di Giulia Feroci E’ possibile riconoscersi senza essersi mai visti prima? Riconosco l’ombra di una me lontana. Rivedo persone già incontrate nei giorni passati. Pensieri celati e riflessioni profonde dietro maschere che, a volte, crollano con facilità. Lavoriamo sulle parole che pesano e fanno male. Ci mettiamo a nudo su di un macigno a simboleggiare il carico che trasportiamo che appesantisce e blocca. Ci muoviamo nello spazio. Trasportiamo il peso sulle spalle, sopra stomaco, sulla fronte. Condividiamo le nostre parole pesanti, (ri)scopriamo di non essere soli, ci uniformiamo in assenza di...

20 Set

Diario dell’Elba 2 / Fidarsi e affidarsi

di Valentina Corsi È accoglienza la parola che mi risuona dentro sin dal primo momento. Accoglienza significa: “Ti apro le porte di casa e stiamo insieme!”. Significa farsi dono e aprirsi all’altro. Le parole fanno da guida per tutto il nostro viaggio. Portiamo dentro parole pesanti,  altre volte parole leggere, parole che ci toccano il cuore e che spesso ci fanno rimanere imprigionati dentro i muri che gli altri o noi stessi ci costruiamo intorno, a volte come riparo, altre come barriera...

18 Set

Diario dell’Elba 1 / A volte un’isola è la cura del tempo

di Veronica Castellani E per te caro D., cos’è stata questa isola? Raccontami ancora…più di quanto abbiano già fatto i tuoi occhi da bambino e le tue spalle da uomo. Lascia su quest’isola la necessità di raccontare il male che hai combattuto in questi quindici anni e che, forse, dovrai combattere ancora. Grazie per esserti aperto, per avermi fatto capire ancora una volta quanto crudele possa essere la vita di chi cammina al nostro fianco, quanto piccoli siamo di fronte al dolore. Ma sappi,...

18 Ago

Diario dell’Elba 4 / Vorrei…

di Giulia Bruni Quella notte sulla spiaggia il mare profumava di magia. Canzoni cantate a squarciagola a suon di tamburi e chitarre, alternati a silenzi rispettosi e pieni di parole non dette, ma sentite. Abbiamo ballato, ci siamo raccontati, abbiamo giocato immersi nel buio della sera e abbiamo condiviso insieme il tramonto più bello di tutto il viaggio; il più bello forse perché eravamo proprio noi ad aver creato quell’atmosfera surreale e incantevole o forse perché semplicemente era così che doveva concludersi...

16 Ago

Diario dell’Elba 3 / Con il vento in poppa

di Federica Franciosi Oggi è una bella giornata di sole qui all’isola d’Elba e, insieme ai ragazzi, si è pensato di andare a fare un gita in barca. Pertanto abbiamo approfittato del fatto che, alcuni ragazzi della comunità “La Mammoletta”, insegnano ad andare in barca a vela ai bambini sulle “derive”: piccole imbarcazioni propedeutiche per andare in mare. Ci siamo quindi recati presso la Lega Navale Italiana di Portoferraio dove ci siamo imbarcati per affrontare questa nuova esperienza. Si sono formati...

14 Ago

Diario dell’Elba 2 / “Salvation”

di Cinzia Dotti Un foglio bianco ed una scritta verde: SALVATION. Quel giorno, mentre facevamo attività, i miei occhi vengono catturati da quel grido di speranza. Quel giorno ho incontrato sulla mia strada F. F. è una donna vittima del suo passato che ancora oggi la condiziona. F. ha 35 anni, un sorriso difficile da vedere, occhi scuri e capelli lunghi neri; quel nero che ho sentito vivere dentro di lei in questi giorni passati insieme. F. è una donna che ha voglia di ricominciare, che...

X