esf

28 Set

Carovana/ Essenzialità

Di Marta Meroni Il mio viaggio è cominciato con una parola: essenzialità.  Le parole di chi ci ha accompagnato in questa carovana risaltano al fondo di una breve lista: Prepareremo il tutto imponendoci di far stare tutto in un solo borsone, non esageratamente grande… Sarà il nostro primo esercizio di essenzialità”. Guardo il mio zaino pieno e sento che avrei potuto svolgere meglio questo compito iniziale.

09 Set

Isola d’Elba/ La bellezza della diversità

Di Daniela Cadeddu  Spesso le cose se non le vivi non le comprendi. Mi resta come sempre difficile farmi comprendere e raccontarmi. Quindi non saprei bene come riportarvi la centrifuga di emozioni, pensieri, sorrisi, lacrime, odori, suoni, sensazioni, parole, gesti, movimenti, che mi porto dentro dopo questa mia prima esperienza con Educatori Senza Frontiere. Non avevo la minima idea di cosa aspettarmi, avevo solo la consapevolezza che non sarei stata da sola. Che questa...

07 Set

Isola d’Elba/ Ho imparato da voi

Di Celeste Zurli Ho ascoltato me stessa. Mi sono messa in gioco. Ho fatto spazio alla passione che sento dentro. Ho rischiato. Mi sono buttata. Ho seguito la pancia. Sono atterrata in piedi. Mi ha portato da voi. Voi che siete giovani, ma già maturi. Voi che siete così ricchi, perché vi fate bastare poche cose: il pane del giorno prima, un giro d’olio sulle verdure, una partita a carte la sera, un bagno al mare, dieci sigarette. Voi che siete così uniti, perché sapete come ci...

31 Ago

Isola d’Elba/ Avventura

di Davide Amendolia È sicuramente un’avventura. Imprevisti? Ci sono. Programmazione? C’è. Compagni di lunga data? Ci sono. Nuovi compagni di viaggio? Pure. Persone a casa che aspetteranno il tuo ritorno? Ci sono. Oggetti inutili che metti nello zaino e che lì rimarranno? Un bel po’. Limiti da superare? Molti. Il bello delle avventure è che ti senti vivo. Sì, ma perché? Perché, credo, ci si dia la possibilità di creare una bolla spazio-temporale, dove le attenzioni, le urgenze, i bisogni siano tutte...

17 Ago

Isola d’Elba / Quel palchetto di legno…

di Giorgia Dell’Uomo   Ogni mattina dopo colazione avevo il mio rituale: andavo in anfiteatro prima di tutti, lasciavo fluire i pensieri e organizzavo le attività nella mia mente, spazzando il palchetto di legno che ospitava le nostre attività.  Per dieci giorni in quell’anfiteatro abbiamo sudato, abbiamo riso, ci siamo confidati, siamo diventati un gruppo. Per dieci giorni quel palchetto di legno ha sostenuto le nostre corse, a volte si è piegato senza però spezzarsi, ha...

11 Ago

Isola d’Elba / Indossiamo un sorriso

di Veronica Sgrò Primi giorni di luglio, un porto, una meta, l’isola d’Elba. Una comunità. Un viaggio. ESF. Nella nave che porta all’Isola d’Elba si respira l’aria delle prime giornate estive.  La salsedine ti avvolge da quando stai traghettando. Primi sorrisi, primi sguardi e prime conoscenze. Già il viaggio è il viaggio. L’isola è vicina, sempre di più, il mare è blu e il cielo è limpido. Foto. Arrivati! Che caldo, che meraviglia. Rido, senza un perché. Sono Felice, senza motivo.  Una...

03 Ago

Isola d’Elba/ Equilibri

di Elisabetta Pagliuca Oggi ci siamo sperimentati nell’acrobatica. Prima la teoria. Le figure dell’acrobatica sono principalmente tre: la base, l’agile, l’assistenza. Il loro ruolo un po’ lo si intuisce dal nome. Ma qualche spiegazione in merito non fa mai male. La base, appunto, sorregge e deve essere solida, ferma, stabile; è il punto di appoggio perché l’agile possa salirci sopra e starci in perfetto equilibrio. E poi c’è l’assistenza; senza assistenza non c’è acrobatica. È la regola. L’assistenza controlla che vada...

26 Lug

Isola d’Elba / Quel che c’è

di David Perfetti C’è un piccolo bosco su una grande Isola. Ci sono diverse case, alcune rettangolari e altre triangolari. C’è una donna e c’è un uomo, ci sono ragazze e ragazzi. C’è la quotidianità insieme alla speranza e ai sogni. Ci siamo noi e ci sono loro che un giorno ci hanno accolti. Ci sono due gruppi che sono diventati uno. Ci sono giochi e ci sono regole che c’insegnano a diventare grandi. Ci sono scivoloni e c’è l’equilibrio per tornare in piedi. C’è l’errore e c’è la...

X