esf

11 Giu

Angola / Come un guerriero

di Silvia Grugnaletti Una fotografia stampata nella mente, di te che portavi un cappello di lana azzurro e giallo. Mi sorridevi, lasciandomi impressa la tua più bella immagine che porto nel cuore. Era il 2016, l’anno in cui ti ho conosciuto qui nel Centro de Acolhimento Criança Feliz. Eri arrivato da pochi mesi e sapevamo ben poco di te, un ragazzino di 13 anni che si definiva un uomo di ferro, perché nulla poteva scalfirlo. In realtà, hai il nome di un grande...

07 Giu

Madagascar / Mi sono svegliata presto

di Sara Radice La mattina di Pasqua mi sono svegliata presto, con quella sensazione come quando da bambina non vedi l’ora che inizi la giornata, ancora attraversata dalle emozioni della sera precedente ho provato a descriverle. Una lunga camminata al buio ha reso speciale il tragitto verso una grande chiesa, accompagnata da coloro con cui condivido le mie giornate. Quella strada di campagna, ormai diventata abituale, la sera sembra scomparire, con quei paesaggi dalle sfumature verdi e gialle che la costeggiano ed...

05 Giu

Hoduras / L’essere umano al centro

di Lorenzo Bertoni A volte vale più quello che sei e non solo quello che fai o quello che dici. Da questa convinzione sono partito quasi tre mesi fa alla volta di El Paraiso, Honduras, per immergermi nella realtà della Casa Juan Pablo Secundo, un centro di riabilitazione per giovani dipendenti da alcool e droga. Ogni giornata racchiude incredibili sfide dettate dalla lingua, dalla cultura, dalle usanze ma soprattutto dalla condivisione della vita con questi ragazzi che chiedono a gran voce di...

29 Mag

Honduras / Una Pennellata di Honduras

di Alessandro Pilia L’Honduras è più giallo di quanto lo immaginassi. Gialle sono le distese di erba secca bruciate dal novello sole estivo, che almeno per un altro mese ci terrà sotto il suo sguardo vigile. Giallo è il cappello del vaquero che sfila lento tra le strade del villaggio di El Paraiso, così come gialle sono le nuvole di polvere che si levano al passare dei fuoristrada che abitano il piccolo pueblo. Da maggio, mi dicono, l’aria comincerà a rinfrescarsi e...

27 Mag

Angola / La bellezza dell’incontro

di Giulia Feroci In questo scritto cercherò di raccontare un po’ della realtà in cui vivo da tre mesi a questa parte. Abito in un quartiere periferico di Luanda, capitale dell’Angola. Qui, sono circondata da tantissime realtà, molto distanti dalla vita che conosco. Vivo nella “Casa dei volontari” insieme ad altre cinque persone. La casa è situata all’interno di un compound che comprende un ospedale, con la ludoteca in cui lavoro, e la casa dei Padri della congregazione religiosa del “Don Calabria”. Dalla soglia...

26 Apr

Honduras / Quasi a nessuno

di Lorenzo Bertoni Sono da meno di un mese in Honduras e le mie mani sono già segnate dai calli e dal nero grasso con cui lubrifichiamo gli strumenti di lavoro. Vivo in una comunità di recupero per tossicodipendenti dove ogni giorno si combatte per non ricadere nel baratro delle droghe e dell’alcool. Ogni giorno lavoro, mangio e mi riposo a stretto contatto con ragazzi che hanno vissuto la strada, che sono entrati nell’inferno della dipendenza e che in alcuni casi hanno commesso...

24 Apr

Angola / Chiavi nascoste

di Silvia Grugnaletti Ricordo la sera che ho scritto la prima pagina del mio diario, della mia quinta volta in Angola, del mio primo mese da volontaria del Servizio Civile: era il 20 febbraio. Il cielo prometteva pioggia e, in effetti, erano parecchi giorni che non pioveva su Huambo. Giornate miti accompagnavano i nostri doveri da Servizi Civili, le voci della non-violenza e della solidarietà, oltre i confini della propria nazione. In un momento storico italiano come questo, mi vengono i...

18 Apr

La soffitta

di David Perfetti Hai presente quella sensazione che provi quando vai in una grande casa abitata, nel tempo, da diverse persone, dove ci sono tante camere, vari piani ed in alto una soffitta, con una robusta porta, chiusa da molti giri di chiavi? Tutte le volte che trascorri dei momenti tra quelle mura, il tempo e la storia, viaggiano tra le stanze e le voci degli ospiti. Un giorno, mi ritrovai in compagnia di uno dei portieri di un casale. Mi chiese...

X