Recensione di Giulia Sofia Franzan

CATTIVE RAGAZZE – 15 storie di donne audaci e creative

di Assia Petricelli e Sergio Riccardi

Come presentare 15 storie di donne senza cadere nella retorica? Semplice! Facendone quindici storie a fumetti.

Questo libro mi è stato regalato da mia sorella maggiore il giorno della mia laurea triennale in Scienze dell’Educazione.

Non l’ho letto subito, dopo la laurea, dopo tutti i libri letti e studiati, non riuscivo ad aprirne altri… Un giorno, particolarmente confuso, ho deciso di iniziare la lettura per conoscere altre storie, che potevano essere e diventare parte della mia stessa storia.

15 donne, 15 donne normali, che si trovano ad essere rivoluzionarie, che si trovano ad agire per cambiare un pezzo di mondo, il loro pezzo di mondo.

Si tratta di 15 storie a fumetti, semplici e impegnative nello stesso tempo, per mostrare quanto alcuni gesti, anche piccoli, possano cambiare una società: dall’essere la prima donna in Italia a rifiutare un matrimonio riparatore (è il caso di Franca Viola), all’essere la prima donna a competere in una gara ciclistica (Alfonsina Morini). Ce n’è per tutti i gusti: storie di sport, di scienza, di guerra, di cinema, di cultura, di resistenza, di disobbedienza civile…

Si tratta di un modo diverso di affrontare il tema della consapevolezza del poter avere una parte attiva nella storia, del non stare sempre in disparte a guardare perché tanto le cose non cambiano.

Si tratta di un libro che ti fa conoscere degli esempi reali di persone che si sono fatte in quattro per seguire i propri ideali di libertà, uguaglianza, accoglienza, amore…

Perché è un libro da leggere? Perché è un libro sulla possibilità di scegliere il giusto, non la via più semplice, ma quella più giusta.

Perché è un libro da sfogliare? Perché è una graphic novel, i disegni sono bellissimi, la carta è ruvida e profumata e adesso ne hanno fatta una seconda edizione più piccola ma a colori.

Perché è un buon libro per un educatore? Perché mostra l’essenza del nostro lavoro. Noi seminiamo vie alternative, diversi scenari possibili ma spesso non siamo lì poi nel concreto a raccoglierne i frutti. Agiamo nella speranza che il cambiamento si inneschi intorno a noi, grazie al nostro esempio, grazie alle piccole azioni che compiamo ogni giorno. Ed è un po’ quello che avviene in queste 15 storie di vita.