di Benedetta Campia

Cari voi,
Benvenuti a questo cammino, che in realtà è solo una tappa di un cammino ben più grande che ognuno di voi sta percorrendo tra le vie più o meno impervie della sua vita, ognuno in qualche angolo di Italia e del mondo.

Ci riuniamo qui, per nutrire ancora una volta il nostro desiderio di essere protagonisti della nostra storia condividendola con quella degli altri, per metterci in moto insieme verso nuove mete, consapevoli che la parte più importante è il viaggio per arrivarci.

Vogliamo farvi sentire i benvenuti, farvi sentire che qui c’è qualcuno ad aspettarvi, uno per uno e che – pur nella moltitudine dei volti – ognuno di voi, ognuno di noi è importante e determinante per la bellezza di ciò che accadrà.

Si cammina per molte ragioni, si cammina per raggiungere luoghi, si cammina per smaltire pesantezza, si cammina per contemplare paesaggi, si cammina per meritarsi una vetta o per meritarsi una tregua. Si cammina anche per fermarsi e poter ripartire. Si cammina per lasciare un’impronta, per sentire l’aria sul viso, si cammina per non inquinare l’aria e non inquinare i pensieri. Si cammina per non dover correre o per potersi concedere il regalo di non correre. Si cammina per sentire la libertà.

Nella lentezza del camminare si possono scoprire tutti quei dettagli che ci sfuggono nella corsa impaziente delle nostre giornate. Nella lentezza del camminare puoi allenare la capacità di vedere bene, di vedere bello: la bellezza è ovunque, anche se sembra strano, basta solo saperla scovare, saperla riconoscere.

Il nostro augurio quindi è di camminare per tutte queste e molte altre ragioni, per tutte le ragioni del mondo, e di farlo allenandovi a tenere gli occhi aperti e i sensi all’erta per scovare bene tutto ciò che di bello vi circonderà. Di scovarlo, di farlo vostro, conservarlo e inglobarlo nella vostra storia, per poi portarla agli altri, lontani o vicini che siano, con una pagina a colori in più.

E così insieme al nostro benvenuto e al nostro augurio vi vogliamo lasciare un regalo, una bomba di semi, un concentrato di natura che potete decidere di lasciare dove e quando volete, in angoli di prati cittadini o nel giardino di un amico, per portare vita e diventare contagiatori di bellezza in questo mondo sempre meno in grado di proteggerla.

Buon viaggio, buon cammino…buon contagio!